La via dei borghi a Bovalino e Condojanni

La via dei borghi a Bovalino e Condojanni

Torna La via dei borghi con il recupero della tappa  di Bovalino e Condojanni, due perle nascoste e poco conosciute della fascia Jonica reggina.

Sarà un affascinante viaggio tra paesaggi, religiosità e fortificazioni medievali che sapranno coinvolgere e narrare pagine poco note della nostra storia.

Visiteremo a Bovalino il castello, la casa del Beato Camillo Costanzo, il museo diocesano, la chiesa della Madonna della Neve, la chiesa della Madonna Immacolata e del Rosario per poi lasciarci rapire dalle bellezze della piccola biblioteca “BiblioTè”, del castello medievale e dalla chiesa di Sant’Antonio a Condojanni.

Condojanni
Inserisci una didascalia

 

DESCRIZIONE:

Bovalino Superiore è situato sul dorso di una lunga collina, a circa 210 metri sul livello del mare, dista 4 Km. da Bovalino M. e 2 da Benestare. E’ attraversata dalla vecchia Statale 112: Bovalino – Bagnara Calabra che taglia l’Aspromonte. Un tempo conteneva il borgo della Guarnaccia, non molto distante dal paese, ed era separato da un ponte e da una porta, che anticamente si chiudeva quando sovrastava qualche pericolo d’incursione straniera o di briganti. Aveva un maestoso castello, costruito dal Conte Ruggero, ben fortificato. Benché danneggiato dal terremoto del 1783, fu inutilmente di­strutto e, dopo un successivo sbancamento fu costruita una strada comunale su parte dell’antico maniero.

Condojanni è una frazione del comune di Sant’Ilario dello Ionio, situato a circa 1,1 Km dal centro comunale, a 159 m sul livello del mare, ha una popolazione di circa 80 abitanti[1]. Fino al 1811 fu comune autonomo e capoluogo di una contea che comprendeva anche Sant’Ilario dello Ionio e Ciminà. Le prime notizie certe risalgono però al medioevo quando la contea di Condojanni entrò in possesso dei Ruffo e fu costruito il castello. Il terremoto del 1783 distrusse gran parte delle abitazioni rimaste e nel 1811 il territorio di Condojanni venne annesso al comune di Sant’Ilario dello Ionio.

 

PROGRAMMA

Ore 09:30 Appuntamento a Bovalino Marina (Sopra la galleria della 106)

Ore 10:00 Partenza per Bovalino Superiore e visita del Borgo

Ore 12:30 Pausa pranzo a sacco a cura dei partecipanti

Ore 14:00 Partenza per Condojanni

Ore 14:30 Arrivo a Condojanni e visita del Borgo

Ore 16:30 Fine dell’escursione

 

SCHEDA TECNICA:

Itinerario T (Turistico Culturale)

Difficoltà: Facile

Tempi: 3h (escluso soste)

Adatto ai bambini: SI (se accompagnati da un adulto)

PRENOTAZIONE:

Obbligatoria entro e non oltre il 15 novembre ai numeri: 347-0844564 (Carmine) oppure al Numero 348- 9308724 (Domenico)

Iscrizioni a numero chiuso: fino ad un massimo di 50 partecipanti

ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO:

Indumenti adatti al periodo (a strati), cappellino, occhiali da sole, scarpe da ginnastica, crema protezione solare (facoltativa), macchina fotografica.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Quota di partecipazione 5€ a persona (escluso i soci FIE Pro-Loco di Brancaleone)

N.B.

Non è prevista alcuna forma di assicurazione infortuni, si esonera l’organizzazione da qualsiasi responsabilità civile o penale che possa derivare dalla giornata.

Il programma potrà subire delle modifiche  e/o integrazioni che saranno comunicate al gruppo durante il corso della giornata

Annunci

La via dei borghi a Gallicianò-Amendolea

index

Sarà nel cuore dell’Area Grecanica la seconda tappa del progetto La Via dei Borghi.

Tra Gallicianò ed Amendolea andremo alla scoperta delle radici della nostra cultura più antica.

Si partirà da Gallicianò, quella che molti ritengono l’Acropoli dei Greci di Calabria dove dopo l’inagurazione dell’area dei frantoi tornata nuovamente fruibile grazie all’impegno del Centro Strudi, si partirà alla scoperta delle bellezze del Borgo da sempre punto di contatto tra oriente ed occidente.

Nel pomeriggio si partirà alla volta del borgo fortificato di Amendolea con il suo castello, le tante chiese e con i suoi paesaggi suggestivi sul gigante d’argento, la fiumara Amendolea, che disegna tra i suoi tornanti un paesaggio quasi onirico.

Il programma prevede il raduno nei pressi del ponte sull’Amendolea subito dopo il centro abitato di San Carlo (località Passomasseria).

IMG_20170427_155159

(GOOGLE MAPS DEL PUNTO DI RADUNO)

 

Successivamente si procederà verso Gallicianò dove visiteremo il borgo e verranno presentati i lavori di risistemazione dell’area dei frantoi dove per l’occasione verrà  celebrata l’inaugurazione dell’opera di Davide Mina. Nel pomeriggio si effettuerà la visita dell’antico borgo di Amendolea dove sarà allestita la mostra dell’artista Maria Manti (volontaria servizio civile nazionale Pro loco Condofuri).

Durante la giornata sarà lanciato il contest fotografico con la collaborazione di IG_Calabria con hashtag che sarà #IG_VALLEAMENDOLEA.

RADUNO PARTECIPANTI/REGISTRAZIONE  9.00

PARTENZA VERSO GALLICIANO’ 9.30 (lo spostamento avverà in macchina)

INIZIO PERCORSO VISITA AI FRANTOI ED AL BORGO ORE 10.30

PAUSA PRANZO DALLE 12.30 ALLE 14.00 A CURA DEI PARTECIPANTI (C’E’ LA POSSIBILITA’ DI PRENOTARE I PANINI AL COSTO DI 5 EURO CON PRENOTAZIONE ANTICIPATA CONTATTANDO I NUMERI 3402178647  3402967971)

ALLE ORE 14.00 PARTENZA DIREZIONE AMENDOLEA (lo spostamento avverrà in macchina)

ALLE ORE 15.00 VISITA DEL BORGO DI AMENDOLEA CON IL SUO CASTELLO E LE SUE CHIESE.

DATI ESCURSIONE

COMUNE: CONDOFURI

ESCURSIONE: T (TURISTICA)

DIFFICOLTA’: BASSA

DISPONIBILI MAX 50 POSTI

RACCOMANDAZIONI

VESTIARIO COMODO

MACCHINA FOTOGRAFICA

INFO

Tel: 3489308724 Domenico o 3470844564 Carmine

Web: ilgiardinodimorgana.wordpress.com o kalabriaexperience.altervista.org

L’ESCURSIONE PREVEDE UN CONTRIBUTO ALLE ATTIVITA’ DELLE ASSOCIAZIONI DI 5 EURO (CHE RESTA COMUNQUE LIBERO E VOLONTARIO)

Prenotazioni entro il 05/05/2018

L’ESCURSIONE NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ASSOCIAZIONE  DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVA DERIVANTE DA INFORTUNI.

La via dei borghi a Motta-Lazzaro

Motta San Giovanni-Lazzaro

Sarà la tappa di Motta San Giovanni e Lazzaro a dare il via al progetto “La via dei Borghi”.

Un territorio ricco di bellezze archeologiche, storiche e paesaggistiche con il suo famoso Castello di Santo Niceto che rappresenta l’eccellenza di quest’area che non sarà l’unica attrazione di giornata. L’escursione si arricchirà con la visita all’Antiquarium di Lazzaro e con l’unicità della visita al parco archeologico poco distante.

Sarà perciò un itinerario alla scoperta della storia dell’intero territorio di Motta San Giovanni e non solo, anche di pagine di storia che interessano l’intero bacino del Mediterraneo.

Il programma prevede il raduno presso la rotatoria (la prima di Lazzaro provenendo da Reggio) che interseca la via Magna Grecia che in pochi minuti porta a Motta San Giovanni.

(link google maps luogo del raduno dei partecipanti)

Giunti nel punto di inizio percorso Trekking, procederemo per circa un’ora a piedi tra i paesaggi dell’agro del comune di Motta S.G. prima di giungere alla fortezza di Santo Niceto con i suoi suggestivi panorami.

Dopo la visita e la pausa pranzo con degustazione di profotti tipici si rientrerà al luogo di parcheggio per poi scendere a Lazzaro per completare la giornata con la visita all’Antiquarium ed al vicino sito archeologico.

Durante la giornata si effettuerà il contest fotografico con la collaborazione di IG Calabria con hashtag di giornata #IG_MottaSanGiovanni

RADUNO PARTECIPANTI/REGISTRAZIONE ROTATORIA LAZZARO ALLE ORE 9.00

PARTENZA VERSO MOTTA S.G. 9.30 (lo spostamento avverà in macchina)

INIZIO PERCORSO TREKKING VERSO IL CASTELLO ORE 10.00

ARRIVO AL CASTELLO E VISITA 11.00 – 12.00

PAUSA PRANZO DALLE 12.00 ALLE 14.00 A CURA DEI PARTECIPANTI

ALLE ORE 14.00 TREKKING DI RITORNO VERSO LE AUTOMOBILI

VISITA ALL’ANTIQUARIUM DI LAZZARO ALLE 15.30

VISITA SITO ARCHEOLOGICO DI LAZZARO ALLE 16.30

DATI ESCURSIONE

COMUNE: MOTTA SAN GIOVANNI

ESCURSIONE: T (TURISTICA)

DIFFICOLTA’: BASSA

RACCOMANDAZIONI

VESTIARIO COMODO

MACCHINA FOTOGRAFICA

INFO

Tel: 3489308724 Domenico o 3470844564 Carmine

Web: ilgiardinodimorgana.wordpress.com o kalabriaexperience.altervista.org

L’ESCURSIONE PREVEDE UN CONTRIBUTO ALLE ATTIVITA’ DELLE ASSOCIAZIONI DI 5 EURO (CHE RESTA COMUNQUE LIBERO E VOLONTARIO)

 

Prenotazioni entro il 14/04/2018

L’ESCURSIONE NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ASSOCIAZIONE  DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVA DERIVANTE DA INFORTUNI.

La via dei Borghi a Bova

 

Bova

Ha un forte contenuto storico e culturale questa prima tappa de “La via dei Borghi”.

Bova con la tradizionale processione delle Palme è il luogo ideale per dare il via a questo progetto che mira  a riscoprire i valori identitari della nostra terra.

La processione di queste figure femminili che nel territorio sono anche conosciute come Persephoni o Pupazze vanta delle radici antichissime, forse addirittura ricollegabili ai riti dedicati a Persephone e alla madre Demetra.

Queste pagine di storia e di cultura popolare si coniugano inscindibilmente con il fascino dell’antico e nobile abitato di Bova con i suoi scorci naturalistici superbi e le sue tante ricchezze architettoniche e culturali.

Il programma prevede il raduno presso il campo sportivo di Bova Marina per poi procedere verso l’abitato interno di Bova classificato tra i borghi più belli d’Italia.

punto partenza
Campo sportivo di Bova Marina

 

(link google maps luogo del raduno dei partecipanti)

Successivamente si assisterà alla processione delle Palme per gli antichi vicoli del paese fino a giungere alla concattedrale di Santa Maria dell’Isodia.

Chi vorrà potrà assistere alla funzione religiosa o alternativamente partecipare alla visita dei ruderi del castello di Bova.

Successivamente si procederà verso Piazza Roma per l’ultimo rito della processione, lo smembramento delle Palme. Sempre a Piazza Roma si potranno degustare dietro offerta libera le Musulupe e gli Nguti.

Dopo la pausa pranzo si effettueranno le visite alle chiese di San Leo, dello Spirito Santo, percorreremo il sentiero della civiltà contadina ed infine conosceremo meglio Palazzo Nesci.

Per chi vorrà trattenersi alle 16.00 presso la chiesa dello Spirito Santo ci sarà un seminario dal titolo “Identità grecanica nella rete museale calabrese” al termine del quale ci sarà una degustazione della frittata pasquale e del formaggio tipico Musulupa a cura di AIAB Calabria.

Durante l’escursione si svolgerà il contest fotografico INSTAGRAM  promosso da IG_CALABRIA dal titolo #IG_BOVA

 

PROGRAMMA

RADUNO PARTECIPANTI/REGISTRAZIONE AL CAMPO SPORTIVO DI DOVA MARINA ALLE ORE 8.30

ARRIVO ALLA CHIESA DI SANTA CATERINA DI BOVA ALLE 9.30 (lo spostamento avverà in macchina)

INIZIO PROCESSIONE ORE 10.00

FUNZIONE RELIGIOSA ORE 10.45 O IN ALTERNATIVA VISITA AL CASTELLO DI BOVA

DISCESA VERSO PIAZZA ROMA 11.30

PAUSA PRANZO DALLE 12.30 ALLE 14.00 A CURA DEI PARTECIPANTI AI QUALI SI RICORDA CHE SARA’ POSSIBILE DEGUSTARE I PRODOTTI TIPICI PRESSO I VARI LOCALI DEL BORGO

INIZIO  ALLE ORE 14.00 DELLE VISITE POMERIDIANE CHE PREVEDONO L’INGRESSO NELLA CHIESA DI SAN LEO E DELLO SPIRITO SANTO E POI IL RACCONTO DEL SENTIERO DELLA CIVILTA’ CONTADINA E DI PALAZZO NESCI.

ALLE 16.00 LE ATTIVITA’ SARANNO CONCLUSE MA SI CONSIGLIA LA PARTECIPAZIONE ALL’INTERESSANTE CONVEGNO ORGANIZZATO PRESSO LA CHIESA DELLO SPIRITO SANTO CHE AVRA’ COME TEMA “Identità grecanica nella rete museale calabrese” al termine del quale ci sarà una degustazione della frittata pasquale e del formaggio tipico Musulupa a cura di AIAB Calabria.

DATI ESCURSIONE

COMUNE: BOVA

ESCURSIONE: T (TURISTICA)

DIFFICOLTA’: BASSA

RACCOMANDAZIONI

VESTIARIO COMODO

MACCHINA FOTOGRAFICA

OCCHIALI DA SOLE

MAX 30 PARTECIPANTI

INFO

Tel: 3489308724 Domenico o 3470844564 Carmine

Web: ilgiardinodimorgana.wordpress.com o kalabriaexperience.altervista.org

L’ESCURSIONE PREVEDE UN CONTRIBUTO DI 3 EURO PER LA VISITA DELLE CHIESE. IL CONTRIBUTO PER LE ATTIVITA’ DELLE ASSOCIAZIONI DI 5 EURO ( CHE RESTA COMUNQUE LIBERO E VOLONTARIO)

 

Prenotazioni entro il 24/03/2018

L’ESCURSIONE NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ASSOCIAZIONE  DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVA DERIVANTE DA INFORTUNI.

Archeotrekking… dai siti archeologici al Palazzo della Cultura

locandina

Il progetto #archeotrekking a Reggio Calabria, è il primo progetto realizzato dall’associazione e per questo gli siamo particolarmente legati. Il percorso proposto in questa occasione è una variante del percorso proposto in passato ed è finalizzato al collegamento dei siti storici ed archeologici con l’attrattore culturale rappresentato dal palazzo P.Crupi.

Il percorso mira ad offrire un’esperienza unica e completa a contatto con la storia millenaria della città di Reggio, arricchita dalla poderosa collezione d’arte custodita prersso il palazzo della Cultura.

Quest’ #Archeotrekking nasce dalla volontà di far conoscere i vari siti archeologici, e le collezioni d’arte, talvolta nascosti anche se in pieno centro storico, al fine di poter offrire un’alternativa ai soliti circuiti turistici.

Una passeggiata tra le strade ed i vicoli del centro di Reggio Calabria alla ricerca dei tanti siti e delle tante curiosità che la storia millenaria della città può offrire verrà degnamente coronata dalla sua tappa conclusiva presso il palazzo Crupi.

Il raduno e l’inizio del percorso sarà nell’area denominata Tempietto, un’area Sacra con una storia bimillenaria alle spalle.

 

tempietto-2
Area inizio percorso.

(link Google Maps del punto di raduno ed inizio percorso)

Subito dopo ci sposteremo per conoscere meglio i siti delle Mura greche, delle terme romane e del castello Aragonese.

 

Come detto, la tappa conclusiva del percorso sarà il palazzo della cultura con  le sue preziosissime collezioni.

 

PROGRAMMA

RADUNO PARTECIPANTI/REGISTRAZIONE 9.00

PARTENZA 9.30

FINE ESCURSIONE 11.30/12.00

DATI ESCURSIONE

COMUNE: REGGIO CALABRIA

ESCURSIONE: T (TURISTICA)

DIFFICOLTA’: BASSA

RACCOMANDAZIONI

VESTIARIO COMODO

MACCHINA FOTOGRAFICA

OCCHIALI DA SOLE

INFO

Tel: 3489308724

Mail: ilgiardinodimorgana@gmail.com

L’ESCURSIONE E’ GRATUITA 

Max 25 partecipanti.

Prenotazioni entro il 03/02/2018

L’ESCURSIONE NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ASSOCIAZIONE  DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVA DERIVANTE DA INFORTUNI.

Torna l’Archeotrekking a Reggio

25394360_159199174694804_1358825455_n

Il progetto #archeotrekking dal quale nasce il percorso proposto è il primo progetto realizzato dall’associazione e per questo gli siamo particolarmente legati.

Il percorso mira ad offrire un’esperienza unica e completa a contatto con la storia millenaria della città di Reggio Calabria.

#Archeotrekking nasce dalla volontà di far conoscere i vari siti archeologici, talvolta nascosti anche se in pieno centro storico, al fine di poter offrire un’alternativa ai soliti circuiti turistici.

Una passeggiata tra le strade ed i vicoli del centro di Reggio Calabria alla ricerca dei tanti siti e delle tante curiosità che la storia millenaria della città può offrire.

Il raduno e l’inizio del percorso sarà nella parte alta della città, all’inizio di Via Giulia con uno dei panorami reggini più suggestivi.

DSCN3966
inizio Via Giulia

(link Google Maps raduno e inizio percorso)

Subito dopo attraverseremo tutto il centro storico visitando l’area sacra Griso-Laboccetta, la Tomba Ellenistica, l’area del tempietto con il Castel Novo, le Mura Greche e le Terme Romane sul Lungomare.

Infine si procederà verso il Castello Aragonese e si concluderà l’anello dell’escursione nel punto di partenza.

PROGRAMMA

RADUNO PARTECIPANTI/REGISTRAZIONE 9.00

PARTENZA 9.30

FINE ESCURSIONE 11.30/12.00

DATI ESCURSIONE

COMUNE: REGGIO CALABRIA

ESCURSIONE: T (TURISTICA)

DIFFICOLTA’: BASSA

DISTANZA: 3,9 KM

RACCOMANDAZIONI

1 LT D’ACQUA

VESTIARIO COMODO

MACCHINA FOTOGRAFICA

OCCHIALI DA SOLE

INFO

Tel: 3489308724

Mail: ilgiardinodimorgana@gmail.com

CONTRIBUTO

5 euro per le attività dell’associazione

Max 20 partecipanti.

Prenotazioni entro il 06/01/2018

L’ESCURSIONE NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ASSOCIAZIONE  DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVA DERIVANTE DA INFORTUNI.

A spasso nel mito a Scilla

scilladefinitivo.jpg

Un’esperienza unica immersi nel fascino dei vicoli della perla della Costa Viola reggina, una passeggiata in un luogo carico di storia e mito in collaborazione con la Pro Loco di Scilla.

Inizieremo facendo due passi per il quartiere San Giorgio di Scilla, il più alto e panoramico, entreremo in contatto prima con il mito di Scilla per passare poi alla sua millenaria storia, rimanendo sempre immersi nelle bellezze del paesaggio.

Ecco il punto di raduno che sarà la piazza San Rocco con il suo splendido affaccio

WhatsApp Image 2017-10-16 at 17.05.34
piazza San Rocco, luogo del raduno

(Link Google Maps del luogo del raduno)

Dopo aver narrato la storie della chiesa di San Rocco ed aver attraversato il viottolo panoramico visiteremo il castello dei Ruffo e la chiesa dell’Immacolata e successivamente faremo tappa alla Locandiera per la degustazione dei piatti tipici di stagione.

Dopo pranzo continueremo il nostro viaggio a Chianalea, il borgo dei pescatori dove oltre a rimanere rapiti dagli scorci sul mare visiteremo le fontane storiche fino a giungere alla chiesa di San Giuseppe.

IMG_20171012_112040
uno degli scorci più suggestivi di Chianalea

 

Ultima tappa del nostro racconto sarà la chiesa dello Spirito Santo nel quartiere di marina Grande, decisamente la chiesa più suggestiva dell’intero borgo.

IMG_20170910_191140
chiesa Spirito Santo, Scilla

PROGRAMMA

RADUNO PARTECIPANTI/REGISTRAZIONE 10.30

PARTENZA 11.00

MATTINA: VISITA PARTE ALTA DEL BORGO E PRANZO

POMERIGGIO:  CHIANALEA E  MARINA GRANDE (CHIESA SPIRITO SANTO)

FINE ESCURSIONE 17.00

DATI ESCURSIONE

COMUNE: SCILLA

ESCURSIONE: T (TURISTICA)

DIFFICOLTA’: BASSA

RACCOMANDAZIONI

1 LT D’ACQUA

VESTIARIO COMODO

MACCHINA FOTOGRAFICA

OCCHIALI DA SOLE

INFO

Tel: 3489308724

Mail: ilgiardinodimorgana@gmail.com

CONTRIBUTI

5 euro per le attività dell’associazione

15 euro per pranzo ed ingresso monumenti

Max 20 partecipanti.

Prenotazioni entro il 03/11/2017

L’ESCURSIONE NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ASSOCIAZIONE  DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVA DERIVANTE DA INFORTUNI.

 

 

 

 

#ArcheoTrekking a Reggio

archeotrekking

Il progetto #archeotrekking dal quale nasce il percorso proposto è il primo progetto realizzato dall’associazione e per questo gli siamo particolarmente legati.

Il percorso mira ad offrire un’esperienza unica e completa a contatto con la storia millenaria della città di Reggio Calabria.

#Archeotrekking nasce dalla volontà di far conoscere i vari siti archeologici, talvolta nascosti anche se in pieno centro storico, al fine di poter offrire un’alternativa ai soliti circuiti turistici.

Una passeggiata tra le strade ed i vicoli del centro di Reggio Calabria alla ricerca dei tanti siti e delle tante curiosità che la storia millenaria della città può offrire.

Il raduno e l’inizio del percorso sarà nella parte alta della città, all’inizio di Via Giulia con uno dei panorami reggini più suggestivi.

DSCN3966
inizio Via Giulia

(link Google Maps raduno e inizio percorso)

Subito dopo attraverseremo tutto il centro storico visitando l’area sacra Griso-Laboccetta, la Tomba Ellenistica, l’area del tempietto con il Castel Novo, le Mura Greche e le Terme Romane sul Lungomare.

Infine si procederà verso il Castello Aragonese e si concluderà l’anello dell’escursione nel punto di partenza.

PROGRAMMA

RADUNO PARTECIPANTI/REGISTRAZIONE 9.00

PARTENZA 9.30

FINE ESCURSIONE 11.30/12.00

DATI ESCURSIONE

COMUNE: REGGIO CALABRIA

ESCURSIONE: T (TURISTICA)

DIFFICOLTA’: BASSA

DISTANZA: 3,9 KM

RACCOMANDAZIONI

1 LT D’ACQUA

VESTIARIO LEGGERO

CAPPELLINO

OCCHIALI DA SOLE

INFO

Tel: 3489308724

Mail: ilgiardinodimorgana@gmail.com

CONTRIBUTO

5 euro per le attività dell’associazione

Max 20 partecipanti.

Prenotazioni entro il 30/06/2017

L’ESCURSIONE NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ASSOCIAZIONE  DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVA DERIVANTE DA INFORTUNI.

Gallicianò, tra i Greci di Calabria

1

Calos irthete, ode manacho stes oscie fortomene ascepono ce asce tragudia.

Che tradotto dal greco di Calabria vuol dire: Benvenuti (a Galicianò), qui solo tra le montagne cariche di dolore e di canti.

E’ questo il benvenuto che si riceve al belvedere del Calvario, un meraviglioso balcone con vista sull’intero paese.

Le origini storiche del paese si perdono nei secoli, la prima attestazione documentale risale al 1060 nel Brebion della Chiesa Metropolita di Reggio Calabria, individuato con il nome di “To Galikianon”, ma la lingua ci conferma una tradizione molto più antica.

Di fatti pare che Gallicianò sia stato fondato dagli abitanti di Amendolea alla ricerca di un posto ancora più sicuro ed interno.

Tutta da indagare invece la storia legata al primo insediamento monastico in località “Grecia”, su di uno sperone roccioso poco più su dell’attuale borgo, di cui restano oggi solo alcuni ruderi.

Il borgo fu sede comunale fino alla metà dell’800 fu danneggiato dal terremoto del 1783 e come moli altri borghi dell’area fu flagellato dalle alluvioni del 1951 e del 1971, oggi è frazione del comune di Condofuri.

Il nostro percorso inizierà proprio dal meraviglioso terrazzo del Calvario

WhatsApp Image 2017-05-24 at 12.01.30
Calvario, raduno ed inizio percorso

(link google maps)dove imboccheremo il sentiero che tra un affaccio e l’altro sul torrente

IMG_7313.JPG
(Focolio visto da uno dei terrazzi del percorso)

sottostante ci porterà fino all’antico mulino di Focolio

IMG_20161105_132145
(l’antico mulino)

che raggiungeremo dopo aver attraversato la Fiumara, che ci permetterà di rigenerarci con le sue acque cristalline.

Approfittando nuovamente della frescura delle acque dell’Amendolea,

IMG_7337
(la Fiumara Amendolea)

attraverseremo nuovamente il torrente e riprenderemo il sentiero che ci porterà al Borgo di Gallicianò, l’acropoli dei greci di Calabria, dove pranzeremo con pane di grano e prodotti tipici locali, il tutto accompagnato da ottimo vino del posto.

Dopo pranzo, una imperdibile visita alle unicità del borgo, come la chiesa ortodossa di Santa Maria di Grecia, la Fontana dell’Amore, il Museo Etnografico, e la chiesa di San Giovanni Battista.

 

PROGRAMMA

RADUNO PARTECIPANTI/REGISTRAZIONE 8.30

PARTENZA 9.00

ARRIVO FOCOLIO 10.30

RIENTRO GALLICIANO’/PRANZO 13.30

FINE ESCURSIONE AL BORGO 17.30 /18.00

DATI ESCURSIONE

COMUNE: CONDOFURI

ESCURSIONE: E (ESCURSIONISTA)

DIFFICOLTA’: MEDIA

DISTANZA: 4 KM (COMPLESSIVI)

DISLIVELLO 600 MT

RACCOMANDAZIONI

2 LT D’ACQUA

VESTIARIO LEGGERO E SCARPE DA TREKKING

MAGLIETTA E CALZE DI RICAMBIO

SI CONSIGLIA ASCIUGAMANO DA UTILIZZARE DOPO GLI ATTRAVERSAMNETI DEL TORRENTE

CREME SOLARI

CAPPELLINO

OCCHIALI DA SOLE

INFO

Tel: 3489308724

Mail: ilgiardinodimorgana@gmail.com

CONTRIBUTO

10 euro per le attività dell’associazione e pranzo a base di pane di grano (fatto per l’occasione da uno dei forni storici del borgo) imbottito con prodotti tipici

 

Max 20 partecipanti.

Prenotazioni entro il 09/06/2017

L’ESCURSIONE NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ASSOCIAZIONE  DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVA DERIVANTE DA INFORTUNI.

AMENDOLEA, L’ECO DEI SECOLI

18083509_10203021733020289_1153237507_o

L’antico borgo di Amendolea è posto su di una altura a 350 Mt sul livello del mare, poco distante dall’odierno abitato, rappresenta una traccia molto significativa della gloria goduta da quel pezzo di Calabria in un passato non molto lontano.

Le origini del Borgo, si perdono nei secoli, sappiamo ad esempio che non molto lontano da li, in località Rocca del Lupo (una caratteristica penisola che divide, in prossimità della confluenza, le Fiumare Amendolea e Condofuri) viene attestata la presenza umana già nel Neolitico.

Alcuni studiosi ritengono L’Amendolea l’originario confine tra le Polis di Reggio e Locri, ma non vi è unanimità di vedute sul punto in quanto secondo un’altra teoria tale confine passava invece nell’odierna Fiumara Palizzi.

Risulta però evidente che le caratteristiche del borgo così come pervenutoci siano da rintracciare in epoca medievale.

Il percorso inizierà all’imboccatura del ponte che attraversa il torrente Amendolea(foto sotto) (link google maps inizio percorso) per poi seguire la strada comunale fino all’abitato di Amendolea per poi giungere all’antico Borgo fortificato.

IMG_20170427_155159
inizio percorso, fontana a sx e ponte sulla dx

Superato l’unico dislivello di giornata si inizierà la visita alle chiese fuori le mura

campanile-chiesa-san-sebastiano-amendolea
Campanile della chiesa di San Sebastiano

per poi passare alla visita del possente Castello dove ci fermeremo a pranzare (PRANZO A SACCO).

L’avvicinamento a piedi al borgo di Amendolea ci permetterà già dall’inizio del percorso di ammirare panorami suggestivi sull’omonima Fiumara.

Gli odori ed i panorami permetteranno la comprensione di questo lembo magico di territorio Calabrese, con i suoi contrasti e le sue bellezze paesaggistiche, culturali, storiche ed archeologiche.

Nel pomeriggio continueremo la visita al borgo con i suoi suggestivi panorami per poi passare dalla porta meridionale del borgo e riprendere il sentiero del rientro.

 

PROGRAMMA

RADUNO/REGISTRAZIONE PARTECIPANTI ORE 9.30

PARTENZA ORE 10.00

PRANZO (A SACCO) ORE 12.30

FINE ESCURSIONE ORE 16

DATI ESCURSIONE

COMUNE: CONDOFURI

ESCURSIONE: T (TURISTICA)

DIFFICOLTA’: FACILE

DISTANZA: 6 KM (COMPLESSIVI)

DISLIVELLO 250 MT

COSA PORTARE

1,5 / 2 lt d’acqua, (presente fontana pubblica all’inizio del percorso).

Scarpe da trekking o scarpe che permettano buona presa nello sterrato.

Abbigliamento comodo a strati.

Pranzo a Sacco

Teli o quanto si ritiene opportuno per pranzare all’aperto

INFO

Tel: 3489308724

Mail: ilgiardinodimorgana@gmail.com

CONTRIBUTO

5 euro per le attività dell’associazione

Max 20 partecipanti.

Prenotazioni entro il 12/05/2017

L’ESCURSIONE NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ASSOCIAZIONE  DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE, PENALE O AMMINISTRATIVA DERIVANTE DA INFORTUNI.